I.C. "Don Milani" di Aquileia

Via Duca d'Aosta 24 – Fiumicello Villa Vicentina (UD)

A seguito dell’ordinanza urgente n. 34 del Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia del 14 ottobre (http://www.regione.fvg.it/rafvg/export/sites/default/RAFVG/hp-new/in-evidenza/allegati/Ordinanza_34_PC_FVG_dd_14_10_2020.pdf) si allega alla presente comunicazione il modello di consenso informato del nostro istituto per la effettuazione di test rapidi a scuola.

CHI DEVE PRESENTARE IL MODELLO?
Il modello deve essere firmato da entrambi i genitori
DOVE DEVE ESSERE PRESENTATO?
In segreteria per essere opportunamente protocollato
QUANDO?
Non c’è una scadenza di presentazione in quanto si tratta di un’adesione VOLONTARIA al trattamento.

ATTENZIONE: NON E’ OBBLIGATORIO PRESENTARE IL CONSENSO.

Si riporta qui di seguito testualmente quanto scritto nell’ordinanza:
“Il Dipartimento programma il “Test rapido per la ricerca dell’antigene di SARS-CoV-2” a tutti i contatti individuati al tempo zero e, con la collaborazione del Referente COVID-19 della Scuola/Dirigente Scolastico, indaga la corretta applicazione delle misure anti COVID-19 previste e raccomandate nel caso specifico (es. adeguata aerazione degli ambienti, disposizione dei banchi e distanza interpersonale, organizzazione delle attività, utilizzo della mascherina, distanza tra banchi e cattedra, etc.). A tal fine, in collaborazione con il Referente COVID-19 della Scuola e sotto il coordinamento del Dipartimento di Prevenzione, i tamponi antigenici nei contatti scolastici, sulla base della specifica organizzazione aziendale, potranno essere effettuati direttamente nel contesto della struttura scolastica da parte di un operatore sanitario (Assistente Sanitario, Medico, Infermiere) avvalendosi eventualmente anche del supporto dei medici delle USCA. L’adesione a tale modalità sarà su base volontaria con acquisizione, da parte del dirigente scolastico, del consenso da parte del genitore (o tutore legale del minore) anche in forma preventiva rispetto al verificarsi del caso confermato .”

Seguiranno chiarimenti sulle procedure che stiamo aspettando dai Dipartimenti di Prevenzione.

20 Ottobre, 2020

Pubblicato in: Comunicazioni